alessandro pitrè



POESIA: “Continuo a guardare” – il lavoro che stai preparando
ma che emozione, che affanno
Recita-incessante la -disperata consapevolezza dell’esser.ci
conoscendo bene (“nessuno mi può più ingannare”) l’arrivo
l’esito che
ormai lo so
è cancellazione Folle
Folle come l’insensato attaccarsi dei tuoi occhi, dei miei, alla materia che li trattiene.
appiccicosa e maleodorante (Brava Stefania!)
alla ricerca del Bianco Bianco sollievo
che cancella
cancellato o troppo pieno.
odori che grondano di liquami
di me affannato

finalmente morirò in fiume
un attimo
Silenzio, Bianco della Follia

solo con te, Stefania, non devo perdermi nello scagionarmi
grazie
Grazie per come Forte ti abbraccerò. Facendoti l’Amore.
con
in quel favoloso mondo dove Anch’io

Questi attimi immobili in Tunnel vertiginosi da cui sarà difficile uscire di nuovo
– 12/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *