Piani Valentina

POESIA:PER OGNI DISCESA C’E’ UNA SALITA

Sento scivolare la vita
giù, nel profondo vedo nero
oscurata la strada in salita
scendo nel buio ultraterreno.

Cancello sinapsi, oscuro i ricordi
di un passato malvagio, ma pungente
che assordanti i ricordi, ormai sordi
affliggono la mia anima tutt#039;ora urente.

E nel vuoto, buio della mia mente
cerco qualche bagliore di luce
e ne ho trovato uno, bello splendente
che lentamente e difficilmente le ferite mi cuce.

Ma arriva il momento di risalire
scacciare via le paure e rinascere
parlare con il tuo amore che ti può capire
e solo lui aiuta la tua mente a evadere.

– 13/06/2018

Please follow and like us:

Seghetti Elisa

POESIA:Istante metropolitano

E chissà se ricordi ancora
le corse alla mattina
veloce, vento tra la folla
volevi vincere ancora una volta
contro il fischio del Metrò.

La tua gara senza tempo
ti toglie il fiato
ma il tuo respiro affannato
riscalda ancora
i miei pensieri.
E vivo.
E brucio.

Ti è rimasta ancora
quella ingenua consapevolezza
con cui ti affidavi, come cieca,
alla felicità promessa
dall’ oroscopo onnisciente?

E non sai quanto vorrei vivere
in un tuo istante metropolitano,
in un attimo in cui il mio ricordo
ti accarezza
e ti distrae.

Scendo,
alla fermata sbagliata.
E illuso,
dal tuo sorriso sbiadito,
ti cerco tra la gente. – 13/06/2018

Please follow and like us:

Rossi Barbara

POESIA:TUTTI I COLORI DEL MONDO
“Che colore vorresti vedere in questo momento?”.
“Tutti i colori del mondo!”.
“No, tu non puoi vedere tutti i colori del mondo nello stesso attimo!”.
“Perché no?”.
“Perché tu non possiedi i miei occhi e in ogni caso, i colori che percepisci tu, non sono uguali ai miei!”.
“Esprimiti meglio, in fondo il rosso è rosso per tutti!”
“Qui ti sbagli! Il rosso del mondo per me è l’amore, la gioia, la passione, un bel tramonto, mentre per te, il rosso del mondo è la guerra, il sangue, la violenza, l’odio, il rancore, la discordia!”.
“ E per te cos’è il giallo del mondo?”.
“ Il giallo del mondo è il sole, i girasoli, l’allegria, il sorriso delle persone!”.
“E per me?”.
“Per te il giallo del mondo è il potere, i soldi, la corruzione!”.
“Si, è proprio come dici tu, ma pur vedendoci cose diverse, posso comunque avere tutti i colori del mondo insieme!”.
“Ti stai sbagliando di nuovo! Tu non potrai mai vedere tutti i colori del mondo insieme! Non ci riusciresti attraverso i tuoi occhi, mancherebbe sempre un colore.”.
“E quale sarebbe questo colore? Sentiamo!”.
“ Scommetto il verde del mondo, perché per me è la speranza, la natura, gli animali, ogni cosa al suo posto, senza danni e senza alcun tipo di estinzione. Vedo un mondo pulito, onesto, rispettoso degli esseri viventi. Mentre tu, nel verde del mondo, sicuramente non ci vedi nulla!”.
“Certo che ci vedo qualcosa nel verde del mondo, ad esempio il petrolio, la politica!”.
“Ah ecco! Ora è tutto ancora più chiaro! E del bianco del mondo cosa mi dici?”.
“Il bianco non è un colore!”.
“Oh si, certo che lo è, sei tu che non riesci a vederlo!”.
“Perché tu cosa ci vedi?”
“Nel bianco del mondo vedo un’alba, la bontà degli esseri umani, la carità, l’essenza delle anime. E’ la luminosità di cui è fatta l’umanità ed è un colore particolare, perchè contiene l’unione di tutti i colori del mondo.”.
“Allora perchè io non lo vedo?”.
“Perché tu guardi solo a cio’ che arricchisce materialmente il mondo, vedi la parte oscura, dove prevalgono cattiverie, egoismo, opportunismo, quindi ti ripeto la domanda! Che colore vorresti vedere in questo momento?”.
“Non vorrei un colore in particolare, vorrei solo cambiare il mio modo di vedere. Vorrei essere quella persona meritevole di percepire tutti i colori del mondo insieme, proprio come fai tu!”.
“Mio caro amico se veramente lo vorrai, potrai riuscirci. Credimi non c’è cosa piu’ bella, che vedere tutti i colori del mondo insieme, ma proprio tutti! Devi solo imparare a vedere le cose buone, ad amare la vita!”.
Barbara Rossi
– 13/06/2018

Please follow and like us:

Macchiarola Maria Addolorata

POESIA:Girotondo con il cuore e con la mente.

Nel lieto mattino mi alzo e ti dono un bacino
continuo a respirare e mi viene da pensare
se solo non ti avessi conosciuto non sarei caduto
in un vortice di emozioni così banale che solo il vero amore ti può far non pesare

nel far del giorno tutto si apre
come la bella di notte si chiude al sole
così l’amore soffoca il suo amore
in un vortice di emozioni tutto può pesare se è un amore che non sai donare

né la sera ti viene in aiuto quando sei seduto
sui tuoi pensieri che liberano la mente ad essere inconcludente
nessun bacino ti può far da cuscino
se riavvolgendo questo filo non ti sento vicino
– 13/06/2018

Please follow and like us:

Ferretti Chiara

POESIA:Titolo: Pagina n. 344

Il nostro amore
seducente e giovane come la primula
che l’è il primo fiore della primavera
nato dalla diffidenza,
poi trasformatosi in adulazione e riconoscenza.

Questo nostro amore
Semplice, puro e sincero come una margherita
che si è accovacciato tra le tempie
Facendosi spazio tra mille altri fior di pensieri,
Con Perseveranza e pazienza
Ha fatto sì che la nostra cupidigia non sia appassita, mai assopita.

Questo amore
Che si mostra come un voto, un talento
Cosi educato e cortese –  essenziale
Come il glicine dalla bellezza ancestrale.

Questo nostro amore
Coraggioso e glorioso
Viene rivestito da foglie di lauro
E il suo decorso persiste curioso,
A tratti dispettoso.

Questo amore
Fertile e sensuale
che riesce a danzare nella notte
Tra le ombre a riempire le strade,
Capace di ogni cosa influenzare.

Siamo fiamma e fede- Qualcosa che possiede.

A te, amore mio,
Che fai apparire bello perfino un fiore appassito-
Con la sua morte arracchito
Anche se della vita si è svestito. – 13/06/2018

Please follow and like us:

Borghi Sergio

POESIA:La barca di cristallo

Sulla spiaggia erano in tanti e l#039;attesa era finita.
Sfidavi grandi onde tra mille turbamenti
azzardavi anche la morte per rifarti un#039;altra vita,
la speranza dissennata alimentava i sentimenti.
Hai ceduto tutto quanto per pagare gli scafisti,
quante volte hai pianto celando gli occhi tristi.

Quel momento era uno sputo, un passo mai compiuto,
per il sogno che hai inseguito han rubato il tuo denaro
non l#039;avresti mai scordato, nemmeno più voluto
quel momento così amaro ti costava molto caro.
Abusare del tuo corpo fu un affronto nauseante,
era stato un duro colpo sottostare a quella gente.

Lasciavi la tua terra e navigavi verso un#039;isola Italiana,
quel mare freddo e ostile ti era parso di metallo
tu, musulmana che fuggiva da una guerra disumana
pregavi un Dio che non stava su quella barca di cristallo.
Era forse troppo preso lui che stava lassù in cielo,
fosse stato più pietoso t#039;avrebbe udito dietro al velo.

Le onde gelide del mare ti venivano a lambire,
la barca solcava i flutti oltrepassando la barriere
non potevi che sperare in una vita un po#039; migliore,
sognar d#039;esser felice a inseguir la tue chimere.
Stringevi forte al petto tua figlia con le braccia,
quante volte le avevi detto ch#039;era forte come roccia.

Ma una stella luminosa incrociava il tuo destino,
non era Dio né la cometa ad apparire nella notte
ma la speranza più concreta di qualcuno lì vicino,
quella nave già sapeva, ti cercava sulle rotte.
Quella vista in lontananza era un punto di partenza
riaccendeva la speranza di ritrovare una coscienza.

Ti venivano di fronte col timone tutto a dritta
gli uomini del mare ce l#039;avevano messa tutta,
era esatta quella rotta, non dovevi esser afflitta,
ti venivano a salvare quando ormai eri distrutta.
Quel sorriso sul tuo viso, non potevi farne a meno,
dopo la pioggia all#039;improvviso era come arcobaleno.

Ma quel buio mare nero era come un gran mantello
che avvolgeva un cimitero di barche di cristallo,
di sogni intrappolati, rinchiusi in un castello,
di corpi abbandonati su di un letto di corallo.
Sulla barca di cristallo eravate in quattrocento
sopra un mare di corallo andavate incontro al vento.
– 13/06/2018

Please follow and like us:

vigato carla

POESIA:chi..sono io…la testa dice…il corpo risponde…vuoi esistere x me….lui dice….avrò vita fin che tu vorrai….la testa dice…dentro di me c è un male…tu corpo mi aiuti a guarire….io corpo farò il possibile….la testa dice…ogni volta che tu respiri io muoio…i neuroni muoiono…il male cammina più veloce del corpo.. – 13/06/2018

Please follow and like us:

Ametta Michele

POESIA:”FATTI SEMPRE I CAZZI TUOI”
Fatti sempre i cazzi tuoi ti ho detto
se proprio non ci riesci
chiedimelo che ti racconto tutto
anche quello che non vorresti
anche quello che non ti ho mai detto e scritto
te lo dico in rima alternata questi miei segreti nascosti
si ma la fine non serve che ti scriva proprio tutto
infondo basterebbe solo schiaffi e tanto sesso, allora capiresti
basta poco per stimolarti, un mio diario, un mio lucchetto
Fatti sempre i cazzi tuoi non ti servirà a niente ingelosirti
scrivo versi d#039;amore o cazzate in generale questo è tutto
ma sono cose a cui tengo non sbagliare con me te ne pentiresti
Fatte sempre i cazzi tuoi, detto da me può sembrar brutto
ma allora perché leggi di nascosto se io sono qui pronto ad ascoltarti. -Michele Ametta- – 13/06/2018

Please follow and like us: