Sergio Gamboni



POESIA: IL RICORDO
È stato bello. È stato bello vederti. È stata un’emozione vedere le tue mani sparire in mezzo ai tuoi capelli con quel gesto che sai solo te. È bello vedere quando ti emozioni, quanto diventi bella in mezzo a un mare di sporcizia. Pioggia colorata di bellezza. L’arcobaleno dopo qualsiasi tempesta. Anche se la mia impronta sul tuo cuore è troppo debole il mio dice cose che nessuno sa. Sangue caldo che alimenta il sogno di una vita che non chiede altro che calore, amore, umanità. Scavo tra la nebbia e cammino sopra strade male asfaltate…
Passo lungo le strade scambio passi da gigante e scrivo pensieri contro un muro. Gira la ruota nella vita, sempre. Gira tutto, i giorni cambiano costume i ricordi cambiano colore tutto gira si confonde come spazzaneve. Ciò che spezza le mie ore è un grido soffocato. Immobile resto in equilibrio e passo oltre ma se penso di cercarti mi viene voglia di restare e imprigionare la mente dentro il tuo corpo se scavo e vado avanti avrei il coraggio di andare oltre di scoprire ciò che non è tangibile. La cosa più viva è quella di sentire il profumo della tua primavera, rimanendo ferito dalle tue spine…Ciò che mi interessa e nn lasciare cadere il tuo ricordo nel buio.
Ti tengo viva nei miei pensieri. – 13/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *