Stefano ferro’ Stefano



POESIA: Eppur taccio. D innanzi all immensità della natura, comprendendo i miei limiti umani. Ma di tanta bellezza che ti appartiene, non sono in grado di ritrovarla per mari e per monti, di orizzonti infiniti, di albe e tramonti del mondo che il tempo scandisce, se non nei tuoi occhi, dove il cielo sbiadisce, lasciando posto a te. Tu, che simile a me, mi hai rapito con il tuo sguardo in un minuto d infinito. – 15/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *