Pietro Errante



POESIA: Ricordi della lontana gioventù
fan ressa nel cuore e nella mente mia
gli anni belli che non tornano più
s’ammantano di tanta malinconia.
Erano gli anni di vita liceale
di goliardia, sogni e illusioni
fu ben diversa la vita reale
fatta di tante perse occasioni.
Il primo ostacolo trovar lavoro
dopo gli studi ed il militare
fu come se trovassi un tesoro
potere cominciare a lavorare.
Com’era prevedibile,non sicuro
nel mondo della Scuola ho lavorato
non fu agevole anzi molto duro
tante segreterie aver guidato.
Gli anni di gioventù però son belli
ci si sposa e si crea una famiglia,
tanti i fatti come mille caroselli
ma intanto la tua vita s’assottiglia.
Tra il lavoro,le vacanze ed i viaggi
gli anni passano veloci senza sosta
ogni età però presenta i suoi vantaggi
ma la vita si fa sempre assai più tosta.
Ma c’è un tempo per ogni stagione
il tempo dei balli e delle fantasie
il tempo di godersi la pensione
il tempo di comporre queste poesie.
Se annoierò alcuno chiedo scusa
ma passo questo tempo a ricordare
un pò di fatti messi alla rinfusa
che fanno almen la mente rilassare.
– 25/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *