Matteo Tagliaferri



POESIA: Una guerra di posizione
e sabotaggio, silenziosa
a tratti schiva contro il volto
del comune cittadino

che si sente evoluto ma ferito
dal potere informativo
quello economico
e quello contraffatto

di una legge del diritto
tanto voluta ma ingessata
com’è paralizzata la sua
voglia di riscatto.

E sono inermi e allucinati
i ragazzi imbambolati
così detti dei politici
famelici e corrotti

E allora i miei sbagli
che cestino ogni volta
per un’idea di perfezione
che manca per chiunque

e a quel senso di ignoranza
che pervade i salotti delle antenne
io dico solo che cadr
quando pochi volti sconosciuti

busseranno alle coscienze
e diranno a voi ch’è ora di
desistere.

E’ allora con coraggio che spira
l’animale e urla anche quel saggio
fermatevi adesso e correggete
il vero sbaglio
perchè il vostro sollievo
non vi diventi triste
non v’incorri inciampo.

E poi cadendo dichiarate:
era solo goliardia di fare schiavi
col lavoro un male, più esteso
del reale. – 26/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.