ilaria tirone



POESIA: E quando il mondo dorme ci incontriamo in un posto segreto,
che conoscemmo solo noi,
che chiamavamo “casa”.
E leghiamo patti di anelli che lasciarono nude le dita e vuote le anime,
perché, come tu dici, l’amore lo seppellisci per sopravvivere,
ma è sempre lì, e tutto il resto,
altre braccia, altre parole, altri volti non sono nulla se non un tentativo di non essere più solo.
E così ti amo e mi ami,
vestendoci di paure e di chissà,
e ci fermiamo non fermandoci,
perché di noi ne abbiamo fame,
per quello che fummo e per ciò che oggi siamo.
Siamo diversi,
ci cerchiamo allo stesso modo,
come sempre, fino all’alba.
Ci nutriamo del peccato più casto,
il tuo odore sa di luna,
ed io resto lì,
stesa sui tuoi battiti a respirare i tuoi respiri. – 28/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *