Chiara Trompetto



POESIA: Post Scriptum

Post scriptum
post qualcosa
come un tempo
fuori onda
come un luogo
fuori luogo
quel pezzo di paesaggio
fuori dall’inquadratura
nella foto didascalica
per ricordarsi
anche le cose inconsistenti
che scivolano via
senza aggrapparsi alla memoria
Post scriptum
come il paragrafo
il finale del finale
di un racconto, di una storia
un espediente per nascondersi
dietro al velo di un ritardo
nella speranza che chi legge
vi ponga più attenzione
Preferisco la poesia
e il coraggio
di usare le parole
in un istante,
da leggere d’un fiato
o lentamente
una porta, aperta e senza chiave
su un terrazzo in pieno sole
una finestra spalancata
una freccia dritta al cuore
che non può far male. – 30/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *