Diego Gualazzini



POESIA: Mosaico

Schiaffeggiò le mie ore
dentro l’alba ed un tramonto,
cercando ancora un alibi
al sole che si è spento.
Raccolgo tra le nuvole
frammenti di quel cielo,
vorrei farne un mosaico,
ma il grigio è li da solo
e aspetto allora arrivi
che venga ancora notte.
Avrò come lanterna
una fiaccola di luna,
raccatterò le briciole
di lucciole di stelle
per rischiararmi il cuore,
e riscaldare l’anima
e proverò a rivivere
la vita ogni momento,
restando lì in attesa
con le vele spiegate
segnando la mia rotta,
prima che arrivi il vento
respirerò ogni istante,
nutrendomi del tempo
e punterò il mio sguardo
perduto nell’immenso,
con un sorriso muto
a ricercarne il senso
– 30/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *