Mirella Mungo



POESIA: L’acqua si infrangeva sul muretto in minuscole onde, trascinando con se i detriti catturati al suo passaggio, riportandone una parte nel suo rientro al largo. Sfumature di arancio e giallo oro si stavano organizzando per offrire un tramonto dai colori spettacolari, pennellate di nuvole ornavano un cielo già scuro. Non mi mossi quando lo sentii arrivare, mi si fermò accanto, con delicatezza spostò una ciocca di capelli che mi ricadeva sul viso … strinsi la sua mano un pò prima di lasciarla ricadere nel vuoto. Nessuno si sarebbe avvicinato più così tanto al mio respiro … una nuvola rosa fece il suo ingresso in quel cielo cupo, quasi a voler prendere il posto di quel giorno qualunque che lasciava la scena … – 02/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *