Giuseppe Montorro



POESIA: UN SOGNO

Nudi, incolori, lontani,
piatti come sagome,
omiciattoli, armati di lance,
difendono, all’orizzonte,
un mare grigio,
coperto di fango.
Si muovono lentamente,
sembrano vivi,
ma sono scheletri di morti.

Molto distante,
più in qua,un esercito,
agguerrito, moderno.
Uomini alti, ferocemente armati
li combattono, ma perdono.
Sangue non rosso,
ma grigio, bagna la sabbia.
Urla feroci, lamenti,
ferite, silenzio.

Ti svegli ancora una volta,
il cuore batte forte.
Rifletti: non è la tua ora!
La morte è paziente, aspetta.

Non è legata al tempo
che lentamente
o velocemente corre.
Aspetta e vince sempre.
Adesso era solo un sogno.

– 19/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *