Rita Rizzarelli



POESIA: Soffi d’Avanzi

In una lenta notte sfumata
scendevano fluidi
i nudi percorsi onirici
di un esile e diafano fiore
Sbriciolato e battuto
tra paure e abbandoni

Eppur nel fumo nero
Di una pioggia acre
brillava il candido sguardo di bimba
Su ali d’argento di giochi dipinti

Fragile anima scalfita dì incuria
nutrita d’amore puro e sventato

plasmata con soffi d’avanzi in piume dorate
da miope progenie di custodia appannata

Nebbiosi sapori
Di bruna infanzia adornata
Sfilata da aguzze e antiche memorie…

.. Persino i veli perlati
di nivei tutu’
si sciolsero al vento
in un sogno di bimba.

Rita Rizzarelli

– 19/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *