MARIA LAURA CERSOSIMO



POESIA: PROFUMO DI ZAGARE
Gioca la luna pallida dietro le nuvole sparse, tremule occhieggiano le stelle,
lieve,come fantasma,,
scivola un’imbarcazione
sulle onde scure.
Vagano angoscia e speranza
per il silente mare,
silenzio interrotto dall’urlo
inesplosodi cuori,
costretti a battere lontano
da patria e amore.
Luci lontane riannodano
radici spezzate nel pianto,,
luci prossime accendono
speranze sognate,,
calde lacrime solcano i volti
di anime dispersenel nulla.
Scompaiono all’orizzonte
fame e tormento,,
morte e rerrore,
nuove paure stringono i cuori,
di chi non ha piu’cuore.
L’alba infiamma l’orizzonte,
la luna perde colore,
spengono le luci le stelle;
tiepidi soffi di scirocco,
sulle onde increspate,
portano profumo di zagare
appena sbocciate.
Si aprono i cuori alla speranza:
mani tese nel chiaroscuro dell’alba
cercano cuori aperti all’amore,
“Ero straniero e mi avete accolto”,
ricordano quei poveri del mondo
che bussano in cerca di asilo.
Ogni pena e’sopita,
silenziosasale una preghiera
a Dio,padre buono
di tutte le creature:
trovare una terra generosa
dove piantare nuovi germogli,
dove vivere una vita d’amore.
– 21/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *