marcella vergani



POESIA: Qui il terremoto,
altrove la guerra.
Qui Madre Natura,
implacabile,
imprevedibile,
inevitabile.
Altrove scelta umana,
brutale,
animalesca,
evitabile.
Non restano che macerie,
brandelli di cuore,
corpi sventrati privati d’anima,
cavi d’amore,
saturi d’odio.
Pianti strozzati,
volti dilaniati,
ultimi respiri esalati.
Qui il terremoto,
altrove la guerra.
Impotenti assistiamo
all’umana devastazione. – 25/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *