Silvana Sotera



POESIA: La vita resta
Ma di mia
mamma
cos’è rimasto?
Forse vestiti e
scarpe, lenzuola e
documenti, foto
che cambian posto
e silenzio silenzio
nelle stanze e
nei fili di un
telefono incredulo.
E il pesante macigno
degli errori infiniti
o il rancore ferito
di chi stava al suo
fianco.
Tutte stoffe terrene
a cui lei non si
affianca
dal livello pregiato
della sua
lontananza. – 27/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *