Giovanni Sepe Giovanni



POESIA: Madre è la terra di queste orme,
di questi luoghi imperfetti,
di quanto accade
a un centimetro dalla morte,
un riciclo di corpi suadenti,
storie da carta parati.
Oltrepasso le rive e ancora affondo,
nel mare che si fa cielo,
mentre perdo l’orizzonte;
Madre è la parola che ingoio,
e sfama la collera in silenzio,
un ripetersi di smanie,
un discorso perduto sul filo interdentale.
Galleggio sul fondo di un bicchiere
e ritrovo il colostro del tuo seno.
Madre.

Juan Sepe – 01/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *