FURIO PIETRO CITTADINO



POESIA: LA SPIAGGIA DELLA SOCIETA’/ STO ATTRAVERSANDO/UN’IMMENSA SPIAGGIA/LA SPIAGGIA DELLA SOCIETA’./CON MORTI SPARSI /LUNGO LA VIA/SON MORTI VIVENTI/IN QUANTITA’./NON HANNO VOLTI/SON RUMOROSI/LA VITA L’HANNO LASCIATA/UN PO’ IN LA’./MORMORANO TUTTI/NEL LORO SILENZIO/DI QUESTA GRANDE SOCIETA’./LA LORO MENTE/NON E’ PIU’ LORO/E’ DISTACCATA/DALLA REALTA’./E C’E UNA COSA /MOLTO POTENTE/CHE DIRIGE TUTTO/DI QUA E DI LA’./HO VISTO POI/UNA MANO TESA/GESTICOLAVA CON INTENSITA’./MA UNA SPADA/L’HA TRONCATA/E’ CADUTA SULL’ASFALTO/DELLA SOCIETA’./HO VISTO UNA DONNA/ERA TUTTA NUDA/CORREVA INCONTRO/LA SOCIETA’./MA TANTE SPADE/L’HANNO TRAFITTA/E’ CADUTA SULL’ASFALTO/DELLA SOCIETA’./TUTTE LE CASE/CON I CANNONI/ PUNTATI DI QUA E DI LA’./ANCHE ALL’INTERNO/LA LORO GUERRA/LA COMBATTONO/CON INTENSITA’./DUE GROSSE ZAMPE/CON ARTIGLI ENORMI/SI MUOVONO DI QUA E DI LA’./SCHIACCIANO TASTI/COLLEGATI CON TESTE LUMINOSE/NELLE CASE/DI QUESTA SOCIETA’. L’HO SCRITTA NELL’ANNO 1984. – 03/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *