Rodolfo Ridolfi



POESIA: L’ombra di occhi chiusi
impugni soffocandola una penna
la punta raschia
un disco emette suoni
stimolando la fantasia
si sprigiona la smania
di un ballo avviluppato.
Quella figura geometrica di donna
vaga su di una tastiera di piano
dai denti d’avorio
pensa libera
alla luce di occhi grandi
prigioniera di un gioco proibito. – 18/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *