LUCIO SCAFURI



POESIA:

ESILIO

Mezzanotte una volta ancora.

Quante?

Stavolta la ricordo.

Lento si alza il fumo e si spande.

Eppure è l’unica compagnia.

Un grido risuona. Un urlo.

Ma fuori è silenzio.

Vorrei chiedere, protestare.

Vorrei attenzione, risposte.

Vorrei una scelta ancora.

Vorrei svegliarmi!

– 23/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *