bruno amore



POESIA: Vivezza

Sei … non sei …
dovresti … fai … vai … torna
non capisci … non ubbidisci.
Allora ho galoppato
l’infanzia poi l’adolescenza
cavalcando nuvole
nella brughiera
lì in periferia, in solitario
inconcludentemente.
Saccheggiato nidi e tane
d’ innocenti esseri
pisciato su aiuole fiorite
strappato gerani da balconi
insolentito vecchi inermi
e non bastava mai
nessuno si accorgeva
che esistessi.
Solo di lei che sapeva
accettava me l’alieno
mi chetava la voce o la carezza
l’odore mai smarrito
di latte di mamma d’amore.
– 24/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *