Maurizio Mattone



POESIA: Avrai di me il sorriso e gli occhi
gonfi di felicità ormai vecchia
Avrai di me lo sguardo nudo
di chi si abbassa per il perdono

Vedrai il mio cuore battere veleno
per troppo amore dato indietro
Vedrai il palmo delle mie mani
rivolte a te come specchi di luce

Sentirai le mie parole scorrere
come scorrere mai tu saprai
sentirai il mio dolore come sassi
abbandonati al peso di se stessi

Sognerai i miei ricordi inquieti
e la carezza nuova ruvida di sabbia
Sognerai il principio del tramonto
e aspetterai la notte per potermi amare – 03/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *