Raffaele Zarrillo



POESIA: Sera d’estate
é sera s’acquietano le acque a riva
ammaniata ogni vela
l’erba si ammira allo specchio piegata.
Pietà della sera
la luna è affogata.
Pettegole rane ripetono rauche la triste novella.
La luna è disfatta
scintillii argento alla deriva,pettegole sceme l’acqua è solo un specchio.
Ma altissime fra i rami
tremanti le foglie nere
schiudono nidi di stelle.
è notte il cielo brilla un’altra volta vergine ,
quardo verso oriente
dove bianchi gregge di nuvole sono spinte verso arsi deserti.Ma a me chi mi spiega questi misteri?
– 05/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *