alfonso barbieri



POESIA: A la luna

Che vestito luminoso c’hai addosso stasera.
Ingiojellata de stelle
la più brillarella
infilata come fede ar dito
in attesa der sole tu marito.
Distante straniera
guardi da lassù la vita de la gente.
Er pescatore aspetta
l’arta marea
cor lanternino esce a pescà seppie.
Ar forno er panettiere impasta.
Chiude er gregge er pastore.
Tribolato er poeta co le parole giostra.
Tutto er monno nun lavora tutto er monno nun dorme.
A te che te frega
mia nobile signora
se l’omo de te s’innamora.
Un corpo de cipria
un passetto ner cielo
e fai spallucce.
Avessimo noi mortali
un quarto de la tua nobirt
saressimo comete
de sta misteriosa eternità.
– 12/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *