Mapi Alfonsi



POESIA: L’Ultima Notte di Primavera

Questa sera non ci sono parole fra noi,
camminiamo in silenzio per mano.
Su questa spiaggia infinita
Questa sera il tuo volto risplende.
Io ti guardo e in silenzio ti dico; “stanotte sei immensa”,
tu mi senti e rispondi: “se lo sono, è per te.”
Sopra scie di stelle
dove tu mi hai insegnato a volare,
c’e’ il tuo mondo incantato
di favole e amori.
Fra sussurri e colori
tu hai cambiato la notte.
La spiaggia si muta in un candido cielo,
la tua testa si posa vicino al mio cuore,
La mia mano ti stringe teneramente,
paurosi di sognare di più.
Io mi perdo ascoltando la tua mano,
Che posa là, dove giaceva la mia.
E la notte si accende, corre a fermare l’alba,
mentre il mare trattiene il respiro per noi,
Il tuo bacio diviene respiro da amare,
Quel bacio inatteso mi ha ridato la vita.
Scopriamo che il resto del mondo è svanito,
che noi siamo i soli ad avere compreso,
che tutto è stato dipinto per noi,
perchè sappiamo tornare bambini.
Tu non hai inizio,né fine
sei la notte, la spiaggia, e la luce del fuoco,
Eri il sogno e adesso il risveglio
il tuo nome è la sola parola che so.

– 12/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *