mariagnese ibba



POESIA: LA VITA è SOGNO

Nel tepido e latteo crepuscolo
risuonava il nostro ridere allegro,
si diffondeva nell’aria
come profumo di Primavera.
L’azzurro,
che cominciava a mutare,
dominava il mondo.
Gli odorosi assiemi di fieno,
sparsi nella distesa
di cui non si vedeva fine,
tra papaveri scarlati,
lasciavano immaginare
antichi amori, semplici
romantici,
capelli sciolti e lunghi
trecce annodate da nastri,
fili di fieno dorato
impigliati nei merletti
delle traboccanti sottane
tra giovani corpi.
Non era diverso
il nostro volersi,
di quando l’amore
mutava il fieno in seta
e i papaveri in rose.
Nulla cambia quando l’amore
imprigiona il cuore.
Le attese ombre,
che rivestono di mistero
ogni anfratto,calavano
con il permesso del sole
e univano in un unico disegno
i cuori.
Gli assiemi di fieno sparsi,
il bruire accorto
degli invisibili inquilini,
l’oscurarsi del cielo,
i sogni galleggianti nell’aria
e noi,amanti spauriti,
soli, padroni del mondo,
assisi all’ombra
di un assieme di fieno,
dove aleggiava l’amore,
come l’ossigeno nella vita,
a sentire la complicit
della natura oscurata dal sole,
ma inanellata da lucenti stelle.
– 18/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *