Vitale Ricciardi



POESIA: – Mare –

Mare
aperto
calmo
senza onde
piatto,
ruvido
profondo
immenso
disperato
mare.

Mare vorace
dello straripare
dei fiumi nostri
dalla sorgente
al mare.

Mare
senza barche
porti
rive
fine
né confine

mare solo mare.

Incessante mare
incessantemente
percorso
a fior d’acqua
dalle ombre
una
cento
mille
verso il gorgo.
a rifare il mare.

Mare
centomila volte
centomila
sui fondali
delle tombe di Dio

giustiziate
vaganti forme
con le braccia alzate

non saliremo
mare

scenderemo
al tuo destino
nell’aldilà dell’infinito
al mare.

E mare
sazier
il mare.

Vitale Ricciardi
– 19/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.