Ferro Elisa



POESIA: Borderline

Ti ritroverò
in tutti gli occhi
che sul mio letto
godranno del mio corpo
in tutte le spropositate
espressioni di gioia
annientate silenziosamente
dal gusto amaro
della tua mancanza
in tutte le sensazioni di perdizione
che sapranno come riattoppare
le lacune dell’anima
ma soltanto
fino al sorgere dell’alba
perché a cullare il tuo ricordo
soltanto la notte
sa come essere dolce
Ritroverò
brandelli di me
in un antico dolore
e tu sarai
regista di una trama tragica
e passionale
di un disegno
che vede il tuo ritorno
piombare
sui miei timidi e spietati
tentativi di amor proprio
Ti ritroverò
In una dose consumata di fretta
nella periferia della citt
negli occhi di chi
per poco
sopravvive ad un’anima
che implora la morte
Ti ritroverò
come ti ho sempre trovato lì
nel silenzio di una stazione desolata
nel freddo che entra dentro le ossa
di chi sotto quei portici
non riesce più a dormire
Ti ritroverò
nel letto di una donna
che non saprai amare
Tu guerriero misogino
saprai come perderti
lungo nuovi e morbidi pendii
alla fine dei quali
troverai gli occhi del tuo nemico
occhi, quelli
che non ti impediranno
di sostare in superficie
ma di abbracciare
l’essenza profonda delle donne
senza il desiderio di tradirle
Ti ritroverò
nel sotterraneo dell’anima
in cui ci siamo incontrati per la prima volta
ed in cui sono rimasta per mesi
in silenzio
ad ascoltare
il nauseante canto del mio inconscio
fondersi con te
schiava del segreto timore
di non riuscire a sfuggirvi più
di non riuscire
ad amarmi più
| sorgente: https://www.google.it/ – 27/12/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.