Francesca Francesca



POESIA: Una mattina, mi sono svegliata e tu non c’eri più. Non c’erano più i tuoi vestiti, le tue scarpe, le tue pantofole sparse per la casa, il tuo rasoio che lasciavi sistematicamente sul lavandino solo per farmi arrabbiare. Niente più mozziconi ancora fumanti di sigarette nella cenerina, niente più odore di caffè all’alba, niente “abbracciami un po’ che poi devo scappare”.
Mi hai lasciata, abbandonata.
Senza preavviso.

Il pomeriggio è tutto diverso.
Ogni punto mi ricorda di te.
Ad ogni passo è come se premessi play ai ricordi e inevitabilmente inizia a piovere.
Ci sei tu che mi dici che andrà tutto bene. Ma bene non è andata, anzi.
Proprio tu che dovevi essere il mio rifugio mi hai lasciato senza riparo.
Come farò nei giorni di pioggia?
Come farò quando il freddo congelerà l’ultima molecola di sangue del mio corpo? Chi verrà a scaldarmi allora?
Nelle braccia di chi proverò quel tepore felice e rassicurante che mi facevi provare tu?

Alla sera mi accorgo che i tuoi ricordi non ci sono più.
Dove c’era la pioggia adesso c’è il sole.
Dove c’era la puzza intossicante di sigaretta adesso c’è odore di biscotti.
Nei punti in cui sentivo freddo ho messo le stufe al massimo.
Ho riscoperto le braccia di chi mi ha sempre amato anche se in silenzio, l’amore sincero della famiglia e degli amici.
La serenità che non avevo mai provato, mai veramente.
E così, mentre prendo sonno, mi accorgo che in realtà mi hai fatto un regalo.
E sai cosa ti dico?
Abbandonami di nuovo che domani ti avrò dimenticato. | sorgente: http://www.poetipoesia.com/concorso-poeti-e-poesia/ – 04/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *