Onnis Annarita



POESIA: PADRE

Hai scritto di me
su muri di pietra
con mani callose
di vanga e sudore.

Pietra scolpita
dai tuoi giorni bui
bagnati di pioggia,
arsa da un Sole
che brucia e fa male,
vento che infuria
senza premura.

Hai scritto di me
su muri portanti
sera e mattino
senza riposo.

Conci di pietra
pensati,  cercati,
posati con cura.
Incastri di cuore,
malta preziosa
il tuo combinare
forma e grandezza.

Hai scritto di me
su massi pesanti
portati con forza
da spalle possenti.

Forgiati da un sogno
che vive e respira,
pilastro del cuore
sostanza ancestrale
di pietra e fatica.
Abbraccio di roccia
che trova in se stesso
forza e struttura.

Hai scritto di me
su muri di pietra
memorie tracciate
d#039; antica maestria.

Sostegno sicuro
per terre franose,
caldo rifugio
per sere pesanti,
recinto e bellezza
di ulivi e natura,
ricchezza infinita
di mani e paesaggi.

Esempio di cura
come il tuo amore.

| sorgente: http://www.poetipoesia.com/ – 04/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *