Sabeddu Giorgio



POESIA: Nella solitudine dello starti accanto..
Fissandoti con gli occhi chiusi..
Pensando di non esser santo..
Rimembro tutti gli abusi..

Tu musa che il cuor mio hai fatto palpitare..
Ricordo le sere diventar mattina in riva al mare..
I nostri sguardi incrociati che ci facevan volare…
Le nostre vite che intrecciate ci facevan sognare..
Dopo tutto questo chissà se ancora riuscirò più ad amare..
È provare..
È pensare..
Non servirà proprio a niente..
Ti stringo forte e mi accorgo che l amore e per altra gente.. | sorgente: http://instagram.com/ – 04/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *