Stefani Matteo



POESIA: Epigrammi sul muro mi ricordano Pompei,
una vita bruciata e conservata nel magma
passata alla storia nella forma migliore
Congelata dal fuoco in una posa di terrore.

Certo di un avvenire incerto mi specchio,
vedo le prime increspature solcarmi il viso.
Il mio dito le accarezza in un amplesso nuovo
con il tempo, veliero dalla scia indelebile.
| sorgente: http://www.google.it/ – 04/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *