Pelullo Andrea



POESIA: L’errar umano

Capitano,
un’isola!
Troppi i giorni
passati pregando,
mi apparve
il risvolto del mondo;
senonché
al timone
vi è l’uomo
e va  l’orizzonte
rapito da nubi,
si levano cavalloni
portandosi ricordi,
fini scricchiolii
la prua canticchia
all’inchinarsi del maestro,
la vela,
un aquilone
che vola via;
già milioni d’urla,
questione d’attimi,
egoismi
come l’ultima volta
finiremo naufraghi,
ancora.
| sorgente: https://www.google.it/ – 05/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *