Siciliano Francesco



POESIA: ULTIMA NOTTE SU SATURNO

Il mio è un addio, caro Compagno,
a Te ed alla mia patria.

Questa notte sarò ancora a brillare,
un#039;ultima volta, fra i Tuoi cieli di dune,
prima di cedere, definitivamente,
alla caduta furiosa nelle Tue braccia.

Ho potuto assistere,
da vicino, alla Tua maestosità,
e conoscerTi come un’anima la sua gemella;
ho sentito le Tue voci tuonare
nel mare di stelle, e il Tuo spruzzo
marino verso il cielo aperto;
Ti ho visto risplendere
in tutta la Tua forza
davanti a innumerevoli schiere;
sono stato al Tuo trono in mezzo ai Tuoi figli,
danzando con loro nell’immensa orchestra;
ho respirato le Tue polveri antiche
e toccato i Tuoi anelli di cristallo.

Ora, fratelli miei,
prima di iniziare la discesa,
rifulgerò intensamente,
poichè la mia essenza andr
scomparendo nel Suo infinito.

I miei occhi e le mie braccia
sono stati quelli di milioni.
Finalmente morirò come un martire,
e i miei resti attenderanno i posteri,
i quali, trovandomi in frantumi,
ricorderanno le imprese che insieme
abbiamo compiuto.

Ecco, vado a ricongiungermi al suolo
dal quale è iniziato il mio viaggio,
e questa volta resterò lì,
per sempre. | sorgente: https://www.facebook.com/ – 04/04/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.