Giulia Longo



POESIA: Nell’amor Sacro e nell’amor profano,
una Donna ti prende silenziosamente per mano.
Ti offre un viaggio fra le paure sedimentate,
accumulate da soprusi di vite passate.
Non è facile distaccarsi e lasciar andare il passato,
aprendosi al futuro ed a ciò che ancora non è stato.
Una voce oscura le perfora la mente:
e se LUI si lascia vivere inconsapevolmente?
Sorella, Donna, Divina e Puttana,
LEI può sembrar fatta di porcellana.
La forza emotiva da secoli non è compresa,
innumerevoli volte ci ha costrette alla resa.
Arrendersi di fronte ad un silenzio che cela codardia.
Ma lo sai che il tuo silenzio influenza anche la vita mia!?
E se questo non fosse già abbastanza,
il silenzio limita pure l’abbondanza!
Spiegati Uomo e non aver paura,
la donna accoglie per sua natura.
Non sentirti Dio l’onnipotente,
ma osservati bene nel presente.
Risveglia il femmineo che esiste in te dagli albori,
questa è la soluzione per purificare i nostri cuori.
Siamo stati donati alla Terra per compiere la volontà del Divino
“Aiutami, ti prego” ci sussurra un bambino
Non essere egoista nelle tue azioni,
sei un cumulo di cellule e divine vibrazioni.
Apri il tuo cuore, non esser codardo
Verbalizza, si sincero e troviamo un accordo!
Divino è l’Umano bilanciato
che gli estremi, con dolcezza, ha avvicinato. – 29/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *