JOLE CALEFFI



POESIA: OTTANT’ANNI

Svegliarsi un mattino
avere ottant’anni,
un volo di farfalle
su prati colorati,
l’oro dei ranuncoli,
il profumo delle viole.
La fonte dei ricordi,
lacrime che irrorano
tracce di profonde ferite.
Mare di cobalto.
Vertiginose cime.
Arcobaleno.
Impressi su tele
che inneggiano alla vita.

– 01/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *