Michelle Soledad Gorr



POESIA: “Vita”

Semi incosciente mi svegliai in un campo di grano.
Il profumo di terra bagnata mi inondava I sensi.
Sono scappata da casa tante volte…ho perso il conto oramai.
Nessuno di quei luoghi mi e´ mai appartenuto ne´ ho sentito il bisogno di doverci tornare.
Ricordi.
Ecco cio´ che di essi rimaneva…solo ricordi.
Ho ammirato il cielo da angoli opposti del globo.
Alcune erano prigioni, altri erano castelli.

Ponti e cattedrali. Finestre e balconi.
Giardini e spiagge dorate.

Ho coltivato e raccolto RICORDI.

“Da dove vieni?”, spesso mi chiedono.
Cosi´, sorrido incerta… vengo…vengo da luoghi…
Vengo da notti fredde ad aspettare e poi vengo da sorrisi tiepidi come il sole.
Vengo da lacrime e abbracci. Vengo da orgoglio e lunghe ricerche. Vengo da confidenze e litigi inutili. Vengo da ricchezza e poverta´. Vengo da etnie e culture. Vengo da lingue e poesia. Vengo da ovunque, e´ da li´ che arrivo. OVUNQUE.
Semi incosciente seguo la scia. Accarezzo il grano. La terra e’ umida sotto ai miei piedi.
Ho perso il conto oramai.

Cio’ che I tuoi occhi ammirano si chiama vita.
Ed e’…Ovunque. – 01/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *