William Ciufolotti



POESIA: La Matrice d’oro

Ci si ritrova in un luogo di cui si ha memoria,
pur non essendoci mai stati,
mi ricordo di te,
ma non ti ho mai conosciuto;
ci si ritrova in riflessione,
che persino uno specchio non potrebbe fare meglio.
Ecco la Matrice, infallibile e lucente,
presupposto e fondamento,
camaleonte efficacissimo,
é in essere e sempre in atto.
Come una madre, genera,
qualcosa di più vasto dell’universo:
l’universo delle possibilità.
Non é forse nelle pause,
negli intervalli,
tra gli istanti che risiede la bellezza?
Opera occultandosi la grande madre e sa,
che dovrà morire un po ogni volta,
per alimentare l’essenza di ogni cosa.
Se ne sta seduta,
tra due pensieri,
come un piccolo ciondolo,
ma dalla presenza monumentale,
lì, il fondamento del tutto.

– 22/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *