Angelo Corsaro



POESIA: Suor Angelica
E’ morta . Piangono meste le suore
Ch’era delizia e di tutte amore
E’ morta, lugubri del monastero
I bronzi spandono suon ”troppo” fiero
Si , Suor Angelica era una santa
da aspri cilizi e da veglie affranta.
E sul suo letto han posto un fiore
espresso simbolo del suo candore.
Aveva l’anima , bianca qual giglio
puro ed ingenuo il suo consiglio .
E tutti dicono che e’ morta santa
da aspri cilizi e da veglie affranta.
Ma ne la tacita romita cella
ove vivevasi la monachella
un dì , trovaron nello scrignetto
sbiadita foto di un giovinetto.
Dietro la foto v’era una scritta
ben chiaro indizio d’anima afflitta.
<< all’ora solita mai piu’ si vede
nè piu’ conserva l’antica fede
e mentre io l’apetto invano
gia’ fugge perfido da me lontano
E mentre in lagrime io vivo in pena
certo altre incaute egli avvelena.>>
E tutti dicono che e’ morta santa
da aspri cilizi e da veglie affranta
Lo creden tutti , pregan le suore
ma Suor Angelica mori’ d’amore
– 26/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *