federica pellegrini



POESIA: Eremo del Deserto.
Orazione delle 18.00

Camera di confine
e mura in quadrato chiudono
acqua che scorre, cielo basso
e alba dietro le campane.
La scopa misura la distanza,
lo straccio chiarisce la polvere.
Il silenzio confonde le parole.
Lacera il raglio.
Abbonda lo spazio
e cede il capo al sonno,
abbondano i frutti
e cede il corpo al caldo.
Brucia Vega
nel buio del vuoto,
ma la stanza teme
il vento che cambia l’aria.
– 03/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *