Gabriele Contardi



POESIA: Una donna (donna che non è più)

Ecco
La vedo!

Chiusa a riccio nel suo dolore,
le gambe tra le braccia raccolte,
raccolte a quel ventre
violato!

Odo il suo pianto…
…il suo pianto!
Lacrime infinite, incessanti;
e quel singhiozzo;
greve, cupo e avvolgente;
avvolgente e mai più silente.
Come quell’angolo,
sotto quel portico,
in quel sottopasso!

E lui è ancora lì,
in quei paraggi!
Ancora lì,
dell’insano suo gesto
ancora fiero, festante e gioivo.

Ecco
Lo vedo!
ancora lì
purtroppo
ancora vivo!

Mentre lei è sempre lì,
nella solitudine di un mondo
crudele, perverso!

Ecco,
La vedo!
ferita, umiliata,
tradita nel suo animo di donna,
assorta!

Assorta in quella disperazione,
disperazione che,
per il resto dei suoi anni,
mai e poi mai potrà dimenticare;
mai e poi mai potrà mandar giù.

Ecco,
La vedo!
una donna
(donna che non è più) – 03/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *