Silvestro Pisano



POESIA: Come l’ immenso mar mantengo ogni,
mite nuotar nuotar nei ricordi sparsi.
Pesci in memorie, delfini in sogni;
malinconia. graffi su sassi.

eternamente nuoto cercando
benessere leggero provando
la cara nostalgia. Ti vedo
e abbraccio una nuvola e tremo

Corro contorcendomi su di una
costola. Corro da un corvo solo
con l’ occhio scuro e cupo e buio.
Scorgo poi da lontano oro in te

Scappar e fuggir a niente danno
Scappar e fuggire niente fanno
Scappar e fuggir qua porteranno
Scappar e fuggir da tutti lontano

uscire dal mare e volare,
gioire su all’ alto bianco velo.
velo velato ti sfido nudo
regalando al mare candido,
dolcezza.

Saggio mare tu ogni custodisci,
gelosamente conservi dentro,
come l’ aquila coi picci, nutrisci
queste mie impronte sopra il bagnato – 07/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *