NADINE DUFOUR



POESIA:
Cos’è la Bellezza?
l’Unica vera bellezza che ci accomuna tutti e da sempre.
Ditemi Umani,
E già entrata nei vostri Cuori ?

La riconoscete quella bellezza
Che fin dalla Nascita in un Abbraccio
Vi accarezza prima di dormire,
Quella bellezza che vi guarda
E di rispecchio vede ogni Cosa.

Quella è la bellezza,
Che turba il mio Cuore,
E ogni mio pensiero, giorno e notte
E turbato da questa invisibile cosa.
Lui è perplesso ad ogni sua visita!
Sarò l’Unica a vederla veramente?

Sono nata, vissuta e rivissuta,
Ma ancora in Cuor mio
Mille incertezze persistono.
Chi sono Io?
Quale Bellezza Uscirà dal mio vero IO?

Cammino per strada, guardo e osservo,
Vedo, rivedo, sogno, risogno,
Ogni passo è un Mistero
Incomprensibile alla mia Anima.

Tristezza infinita nel non Capire
Dove si svolge la Realtà del Mondo
Nel quale in una notte fredda,
Sono caduta di mia volontà.

Quanta fatica per puoi rialzarmi! Penosamente e con molto dolore.
I miei piedi tutt’oggi,
Sono ancorati a Terra,
Da pesi insostenibili,
Invisibile all’occhio Umano.

Si trascinano con dolore,
Attraverso le prove della vita.
Vivo, cerco di vivere!
Pochi sono i riscontri d’Amore e di compassione,
Ma di bellezza qui, nessuna traccia!

Pochi sono gli Umani disposti
A fermarsi per ascoltare!
Una vita triste tutt’attorno a me,
Un mondo caotico mi riempie l’Anima,

I miei occhi piangono nel vedere
Questa realtà ordinaria dove
Buoni, brutti e cattivi
Sono tutti mischiati e rimescolati,
Su una Terra che non ne può più!
Di subire le violenze dell’Umanità.

Senza farsi sentire, essa immobile,
Piange con dolore e rassegnazione,
La sento, la capisco,
Non so come aiutarla,
Sono sola!
Essa vive in me
Le sue sofferenze
Sono peggiore delle mie,
Lei non può mai fuggire a questa realtà.

Io sono fortunata, perché la notte,
Riesco a fuggire
E fuggendo, finalmente riposo!
Recupero il respiro, quello lento!
Mi ritrovo da sola, e spengo le Luci
In attesa di un segno.

Allora in un dolce sussurro,
Finalmente vedo,
E guardo i miei Angeli,
Illuminare la mia camera:

Non mi hanno mai abbandonata,
Neppure per un secondo!
Essi sono li, accanto a me,
E ogni tanto ancora,
Come quando ero piccola,
Cerco in un gesto ingenuo,
Di afferrarli al volo.

Loro se la ridono dolcemente
E con il loro mantello stellato,
Avvolgono il mio essere,
Il mio viso, i miei occhi.

Ed è allora che,
Il mio Spirito si libera,
Finalmente da tutti i suoi pesi.

Il mio corpo vola,
Accompagnato dagli Angeli,
In dolci sogni dorati.

La loro Luce Divina
Mi guida nell’inconscio,
E mi porta a dolce vita,
A parenti e Amori già via da qui,
Che non ho mai smesso di vedere,

Quelle sole Anime che oggi
Illuminano la mia essenza,
La mia vita,
Questa è la vera Bellezza!
Quella è la vera vita,
Dove il Caos non esiste,
L’unica vera Vita degna di questo nome.
Dove il calore pervade la mia pelle dorata.

E cosi, la notte mi accompagna,
Stellata e illuminata dal riflesso Lunare,
Radioso nei suoi colori dorati.
Dormo, e viaggio in quel mondo di là,
Dove per me la bellezza,
E molto più logica e comprensibile
Che in questa buia e triste realtà.

Si, cosi è!
Ogni dolce notte,
Ritorno a casa.
Quella vera, calda e accogliente casa,
In tutta la sua bellezza,
Dove nessun’umano comune,
Può venire a disturbarmi.

Vivo l’Amore, la Pace, la Luce.
Vivo! Semplicemente!
E questo dolce vivere,
Mi permette ogni giorno,
Di tuffarmi di nuovo,
In questa realtà caotica,
Che capire, ancora non riesco,
E dove il sapere e il gestire la vita,
Potrebbe non essere il vero scopo!

Forse, non c’è nulla da Capire!
Già, nulla al di fuori del Nulla!
Sarà perché il vedere,
Toccare, respirare, sentire,
Piangere, Ridere, Amare,
La Notte che mi permette di Essere,
E vivere l’Unica vera Bellezza,
Mi dona felicità e ali per volare?

Ora realmente mi chiedo:
Quanto mai qui, in questa realtà,
Tale cosa sarà possibile?
Avere tanta bellezza da condividere?

Vorrei farvi evadere,
In una realtà migliore e luminosa.
Quella realtà che mi compete e vedo,
Ed è arrivata a me,
Semplicemente credendoci.

Il viaggio nel mio Subconscio.
Può esserci anche per voi,
Un alternativa di ripresa per vivere.
E un giorno da lì.
Nessuno mai farà ritorno.

Ma nell’attesa continuo,
A viaggiare fra la realtà e il caos.
Si, in attesa del ritorno
Alla mia vera casa.
E forse questo potrebbe essere,
Il vero motivo della vita sulla Terra.

La Morte e l’Aldilà,
Dove oggi,
Nessuna bellezza
Corrisponde
alla superficialit
Dei lineamenti di un viso, di un corpo.

Dove nessun paragone esiste.
Rispetto alla bellezza dell’Anima.
Questa è anche la vera Ricchezza.
Un abbraccio di Luce

– 15/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.