Laura Azzolini



POESIA: In memoria delle prostitute della prima guerra mondiale:

Donne di guerra
Bagnate di sangue
Mani gentili su volti feriti,
tumefatti,
bruciati…
Donne abbruttite
Violate da mani nemiche
Donne che con l’ago cucite,
cucite ferite…
Donne del Piave
Coperta scarlatta per l’eterno sonno…
Vuoti, sorelle, sono i vostri letti,
Scarno il vostro ventre.

Vagisce lontano
Un poppante morente…
“Mamma ho fame!”
Una piccola mano ti chiede del pane.

La voce riecheggia nel vento:
E’ un’eco senza più passi,
Senza speranza…

“Mamma ho fame!”
“Figlio” rispondi
“Figlio, non ho più nulla!
Ho solo il mio corpo da vendere…
Figlio, la mia carne ti sfamerà!” – 22/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *