Pietro Agus



POESIA: VERRA’ UN’ALTRA

IMMAGINO UNA STRADA ARRAMPICATA
COME UN SERPENTE IN CIMA A UNA COLLINA

L’ERBA NEI FOSSI, SASSI SULLA BANCHINA
QUALCHE RARO ALBERO AGGRAPPATO

AL TERRENO E RATTRAPITO DAL FREDDO
O FORSE PIU’ PER LA PAURA

DI SCIVOLARE GIU’ LUNGO LA CHINA

IL VENTO CHE MI SOFFIA SULLA FACCIA
RICORDI DI UNA VITA CHE MI BRUCIA

ED ARRIVATO IN CIMA ALLA SALITA

IL TREMORE CHE MI SCHIACCIA
DI RIFARE LA STRADA CHE HO GIA’ FATTA

QUI’ SULLA VETTA GUARDO IN LONTANANZA

NEL TREMOLIO DI QUESTO POMERIGGIO

IL RANTOLIO DI UNA NUVOLA CHE DANZA

LEI SOLA BIANCA SU UNO SFONDO GRIGIO

MI SIEDO E PENSO E’ MEGLIO STAR QUASSU’
NON SCENDERE NON SALIRE, SI PUO’ PIU’

VERRA’ UN ALTRA E MENTRE L’HO PENSATO
SI E’ FATTO BUIO E PIU’ NON SO’

SE SPUNTERA’ PIU’ IL SOLE AVANTI A ME
– 24/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *