Sabrina Galli



POESIA: ARMONICO SUSSURRO

Le mani dell’anima
sono caldo silenzio,
inoltrato dallo sguardo
nell’astrale ridda estiva
che trapunta
il chiaro firmamento della notte.

Mani che posano
sulla gruccia di un ricordo
imprecise immagini
ingiallite in una dispersa traccia,
nei palmi schiusi del tempo.
Anche allora, allora come ora
mi smarrivo nel cielo notturno.

Era chioma
di betulla danzante la giovane età.
Filtrava tra i rami come luce dorata.
Nel forte chiarore
l’adolescenza ingentiliva l’asfalto.

Albeggiavano dal volto
fragili cristalli.
Tintinnavano, si urtavano,
si scheggiavano, si disperdevano
i timorosi fremiti
di una femminile metamorfosi.

Eccole ora le mani dell’anima!
Eccole nell’attuale presente!
Eccole in me nella cognizione
di essere donna e madre
oltre il diafano vetro delle memorie
ammantate dal vivere.

Uno scialle a cui lavoro.
Amore e passione come ferri
che si sfiorano in un armonico sussurro
ad ogni punto della trama che incede
verso l’ignota sorte.

– 25/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *