Loredana Consoli



POESIA: Abbandoni

Ragni tessono fili di seta

su proiezioni verdi e ruggine di tempo.

Un vecchio lucchetto esanime

chiede di essere salvato

dal dolore.

Una vecchia vespa giace abbandonata

dopo estati calde e spensierate.

Fili di ferro ossidati dal tempo

si lasciano abbracciare da nature nuove,

altre sono morte.

Rovi spinosi invadono

spazi passati.

Una donna ritorna alla solitudine.

Le porte sono chiuse

da lucchetti che non lasciano speranze

che difendono un dolore

nauseante. – 28/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *