Agnese Agozzino



POESIA: Ascolta.
Tocca sul vetro e scivola a gocce. Il ricordo.
Lo senti ancora attaccato a quel piano,
Lo vedi adesso cangiare e mostrarsi,
Lo afferreresti con strazio avvolgente ma resti.
Guarda il calmarsi dell’onda,
senti il suo sono è cambiato… Voltati.
E’ tardi.
– 01/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *