Porta Valeria



POESIA: Passione non vuol forse dire soffrire? È il più cruento dei dolori quello che dilania la mia essenza ogni qual volta che chiudo gli occhi per non vedere la tua schiena, ormai non più nuda, incapace di guardare nella posizione avversa e, anzi, fermamente decida a celare al tuo sguardo le mie lacrime. Eppure mai la mia anima è stata solleticata di più, mai tanto irrequieta e lacerata e al contempo tanto viva. L’angoscia che mi attanaglia passerebbe forse se rinunciassi ad amarti? In tal caso, però, tornerei ad essere morta come un tempo in cui fui felice, mentre oggi rinasco nella sofferenza che mi procura il desiderio di te. Lucidamente mi hai condotta nell’oblio, ed io, folle, mi sono persa. E tu resti sordo alle mie urla così come il pescatore che copre con antiche cialome il grido muto del tonno durante la mattanza, mentre il mare nel mio cuore incessantemente spumeggia. – 10/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *