simone proietti migoni



POESIA: A mio figlio
Lucente e amara aggredisce,
e come indelebile, nel volto scava
padrona e capace lama
alabastro scalfisce.
penetrante disfacimento
che promessa eterna congiunge
ad inondar perenne il lamento
che soffio vitale costrinse.
Deposi in segreto fuoco vermiglio
che accolse in se l’appena levato
lontano dal rovesciante ciglio
scrigno di fecondo pianto – 10/04/2017

Please follow and like us:

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.