Ilaria Della Queva



POESIA: Abbracciando il rumore della notte

Ed è così che mi ritrovo nel tempo:
con un fare gentile guardo il mondo
che senza purezza ha tradito se stesso;
volo nel cielo delle illusioni,
allontanando i pensieri più glaciali
e tramando contro il vento delle menzogne.
Oh, cosa sarà mai successo?
Cosa mai può aver spinto questi
sguardi limpidi ad accecarsi di odio?
Leggo nel volto di chi mi parla
il vuoto che solo nei crateri
più grandi puoi trovare…
Il mio appello gridato nell’oscurit
non riesce a raggiungere il cuore della gente
o quel che ne rimane
Ed è così, che abbracciando il rumore della notte,
mi perdo nella mia malinconia
senza alcuna risposta.

– 18/04/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.